Caleidoscopio natalizio

L’8 dicembre è il giorno in cui, per tradizione, gli addobbi natalizi vengono tirati fuori dalle scatole polverose in cui restano per il resto dell’anno e diventano i raggianti protagonisti della casa.

Nel caso del Caleidoscopio, la bottega artigiana di Kita Ianniello, gli addobbi sono stati tutti realizzati a mano per l’occasione (confrontateli con quelli dell’anno scorso, se non ci credete). E siccome sono troppo belli per finire nel dimenticatoio, è possibile sceglierne qualcuno, portarlo a casa, trovargli un bel posticino e lasciarlo sempre lì, in modo da trasmetterci la meraviglia gioiosa propria del Natale anche quando le vacanze saranno passate.
Il difficile è capire che cosa scegliere…

Annunci

a wedding backstage

Tutto quello che vedete è stato realizzato da Kita Ianniello (vedi Caleidoscopio), con l’aiuto di zia Giò e nonna Maria. La fata fior d’arancio viene invece dalla Collina.

dicembre al Caleidoscopio

Nonostante il novembre scontento abbia lasciato il passo alla regina delle nevi, ci sono posti in cui si può sempre trovare un po’ di calduccio, una caramella e addirittura un mazzetto di fiori primaverili.

Non ci credete? Fate un salto al Caleidoscopio

La deliziosa botteguccia di Kita Ianniello (ricordate?) resta un po’ isolata sulla sua collina gelida e incantata, soprattutto di questi tempi. Ma se avete qualche curiosità, o se volete fare dei pensierini natalizi che lascino tutti a bocca aperta, scrivete pure a strettalafoglia.mara@gmail.com o a giusefamu@alice.it.

Vi aspettiamo?

qualche candelina

Anche se non è tempo di pratoline, oggi è il giorno dell’unica vera fata Margherita. Come sempre, elegante e in piena attività.

Averla accanto che propone, dispone, progetta e costruisce è una delle più grandi fortune che si possano avere. Evviva!

[Location: Caleidoscopio]