“una festa a lungo attesa”

Frequentando fatine e folletti si imparano cose interessanti. Per esempio, che questo periodo dell’anno, per noi sinonomo di dolce-far-nulla, è quello più denso di impegni mondani per il Buon Popolo tutto. Viene chiamato Lammas, o anche Lughnasadh (come mai si pronuncerà?), si apre il 1 agosto ed è pieno di feste e festini. Questo significa che ogni collina fatata viene rivoltata, ripulita, e persino sollevata per ospitare più convitati. Un lavoraccio immane: già occuparsi di alcuni invitati come i Pixies non deve essere semplice.

Che io sappia, una delle nottate più importanti è stata quella del 7 agosto. Come lo so? Beh…

«È senza dubbio sconsigliabile agli intrusi invadere le colline delle Fate (o altri luoghi in cui vivono), ma niente vieta un’osservazione discreta: un osservatore benevolo può essere ricompensato», scrivevano Brian Froud e Alan Lee.

Annunci

2 pensieri su ““una festa a lungo attesa”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...